LUCIANOCOLAVERO WOYZECK, EIN FRAGMENT 2001

dai manoscritti di Georg Büchner

regia e ordinamento dei manoscritti Luciano Colavero

traduzione Emanuel Rosenberg

con Sandro Maria Campagna, Vittorio Chia, Francesco Manetti, Giovanna Scardoni,

Aida Talliente, Antonio Tintis, Luca Uggias, Francesco Villano

 scene e costumi Marco Vitangeli

musiche originali Luca Uggias

coordinamento del training e acrobatica Francesco manetti

disegno luci Annamaria Baldini

ufficio stampa Mara Jacobbi

pubbliche relazioni Antonella Padiglione

produzione Accademia d'Arte Drammatica "Silvio D'Amico

 

 

 

«Al Goethe-und-Schiller-Archiv di Weimar sono conservati i manoscritti del Woyzeck: cinque “in folio”, contenenti le prime due stesure; un foglio singolo, con un paio di scene; e tre “in quarto” che costituiscono la stesura detta “principale” o “definitiva”, mancante di finale. Woyzeck dunque non esiste. L’autore, però, poco prima di morire, scriveva alla fidanzata di voler pubblicare entro otto giorni tre drammi, uno dei quali sembrerebbe essere proprio il testo in questione. Woyzeck dunque esiste? All’inizio volevo farne una drammaturgia, ho visionato perciò i microfilm dei manoscritti, alla ricerca di suggestioni. Ho trovato invece qualcosa di inaspettato: la numerazione delle pagine. Una numerazione che nessuna traduzione italiana adotta. Letti i frammenti nel nuovo ordine ho capito che non dovevo far altro che riempire i vuoti, solo laddove ciò fosse possibile, naturalmente: quando pagine bianche o rimandi espliciti me lo permettevano ho attinto alle versioni precedenti; come finale ho preso l’unico composto da Büchner, che è quello della prima versione. Cosa cambia in questa maniera? Tutto. Basti sapere che la scena in cui il Capitano dice a Woyzeck del tradimento di Marie si trova all’inizio, e non a metà, del testo.»

(Luciano Colavero)